EFFICIENTAMENTO ENERGETICO NELLE PMI – AGEVOLAZIONI 2018

Con la Legge di Bilancio sono stati prorogati l’ IPER AMMORTAMENTO al 250% (per i beni digitali, legati all’industria 4.0) ed il SUPER AMMORTAMENTO (per i beni strumentali tradizionali), seppur ridotto dal 140 al 130% così come la LEGGE SABATINI.

Il 2018 sarà, quindi, un anno straordinario per quanto riguarda le agevolazioni per gli investimenti delle PMI, valide anche per gli interventi di EFFICIENTAMENTO ENERGETICO.

Queste agevolazioni sono, in alcuni casi, addirittura CUMULABILI tra loro.

L’ IPER AMMORTAMENTO al 250% legato al piano “INDUSTRIA 4.0” è la misura che incentiva in maniera importante le imprese che investono in tecnologie per la TRASFORMAZIONE DIGITALE delle aziende.

L’agevolazione prevede un incremento del 150% del valore dei beni strumentali da portare in ammortamento, ottenendo così una riduzione della base imponibile per IRES/IRPEF.

Possono beneficiare dell’agevolazione tutti i titolari di reddito di impresa, compresi gli enti non commerciali (per l’attività commerciale eventualmente esercitata), gli esercenti di arti e professioni (anche in forma associata ed anche se applicano il regime dei minimi o il regime di vantaggio).

L’agevolazione dell’ IPER AMMORTAMENTO al 250% è prevista per:

  • beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori;
  • sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità (p. es. sistemi di misura, sistemi di monitoraggio, sistemi per l’ispezione);
  • dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza (p. es. postazioni adattative, sistemi di movimentazione agevolata, dispositivi wearable, interfacce uomo macchina intelligenti);

mentre è previsto l’ ammortamento al 130% per:

  • software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni connessi ad investimenti in beni materiali “industria 4.0”.

INTERVENTI TIPICI, legati all’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO, che possono essere AMMESSI all’ IPER AMMORTAMENTO AL 250% sono:

  • il MONITORAGGIO ed ANALISI ENERGETICA e IMPIANTISTICA (monitoraggio dei consumi; analisi dei dati rilevati e degli impianti; gestione dei consumi);
  • gli OTTIMIZZATORI di ENERGIA connessi in rete, per la riduzione dei consumi.

Il costo del bene da portare in ammortamento è calcolato al netto di eventuali contributi in conto impianti. Gli investimenti devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2018 (o fino al 30 giugno 2019, nel caso di investimenti riferiti ad ordini accettati dal fornitore entro il 31 dicembre 2018 e che entro tale data sia anche stato versato acconto non inferiore al 20%).

Per accedere all’agevolazione è necessaria una PERIZIA TECNICA GIURATA, la quale attesti che il bene ha caratteristiche tecniche idonee ed è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Per gli investimenti di costo unitario non superiore a 500.000 Euro è sufficiente una dichiarazione del legale rappresentante, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445.
Il SUPER AMMORTAMENTO al 130%, prevede l’incremento del 30% del valore dei beni strumentali da portare in ammortamento.

Possono essere ammessi SUPER AMMORTAMENTO tutti gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi (anche i beni acquisti in leasing, attraverso l’incremento “fiscale” dei canoni di locazione).

INTERVENTI TIPICI, legati all’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO, che possono essere AMMESSI al SUPER AMMORTAMENTO AL 140% sono:

  • gli IMPIANTI FOTOVOLTAICI per autoconsumo;
  • gli APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE A LED in sostituzione di tecnologie meno efficienti.

Il costo del bene da portare in ammortamento è calcolato al netto di eventuali contributi in conto impianti. Gli investimenti devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2018 (o fino al 30 giugno 2019, nel caso di investimenti riferiti ad ordini accettati dal fornitore entro il 31 dicembre 2018 e che entro tale data sia anche stato versato acconto non inferiore al 20%).

 

È stata poi rifinanziata per le PMI la cd. NUOVA SABATINI (o SABATINI 2.0), per ACQUISTI DI BENI STRUMENTALI.

Questa agevolazione consente un CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI fino al 2,75% per FINANZIAMENTI o LEASING (da istituti convenzionati con la Cassa Depositi e Prestiti) di importo tra i 20.000 e i 2.000.000 € (il finanziamento può essere assistito fino all’80% dal Fondo di Garanzia) e di durata massima 5 anni.

Va senz’altro notato che, alle attuali condizioni di mercato, il contributo del 2,75% comporta (nella maggior parte dei casi) un TASSO EFFETTIVO DI FINANZIAMENTO NEGATIVO, costituendo quindi un vero e proprio CONTRIBUTO IN CONTO CAPITALE.

Alle opportunità delle agevolazioni di cui sopra si aggiunge il fatto che, in alcuni casi, tali agevolazioni possono cumularsi tra loro e/o con altre agevolazioni/incentivi, per esempio:

  • nel caso dell’ ILLUMINAZIONE A LED si possono cumulare i benefici del SUPER AMMORTAMENTO a quelli della LEGGE SABATINI;
  • nel caso degli OTTIMIZZATORI DI ENERGIA si possono cumulare i benefici dell’ IPER AMMORTAMENTO a quelli della LEGGE SABATINI.

Desideri approfondire questo argomento o sottoporci una tua richiesta d’offerta? Contattaci direttamente e senza impegno tramite il nostro MODULO CONTATTI, oppure chiamaci al numero +39 0342 611139 o vieni a trovarci presso la nostra SEDE, per valutare insieme la soluzione più adeguata alle tue esigenze.

Visualizza alcune realizzazioni del nostro PORTFOLIO LAVORI.

copyright LUMENWATT | 17 gennaio 2018