Bolletta della luce

FAQ - Sai leggere la tua Bolletta della luce?

21 Giugno 2022
Efficienza Energetica
Daniele Zamboni - Responsabile Ufficio tecnico

In questa serie di articoli cercheremo di spiegare, nel modo più chiaro e sintetico possibile, alcuni  concetti che riguardano il mondo dell’energia e dell’illuminazione con i quali tutti abbiamo a che fare nella quotidianità.

La bolletta della luce è un documento che preiodicamente troviamo nelle nostre case, spesso per mancanza di tempo e informazione ci limitiamo ad effettuare il pagamento senza prestare attenzione alle informazioni che ci vengono comunicate.

In questo articolo ci concentreremo sulle sole utenze domestiche e, per avere una situazione uguale per tutti, sul mercato tutelato (o Maggior Tutela) regolato dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente).
Iniziamo con il dire che le bollette, ormai, si somigliano un po' tutte...o perlomeno dovrebbero con l’avvento della cosiddetta Bolletta 2.0 (o bolletta semplificata). In ogni caso, tutte sono suddivise in queste sezioni principali:
1.    Dati del cliente e della fornitura
2.    Dati relativi alla bolletta
3.    Dati su letture, consumi ed eventuali ricalcoli
4.    Informazioni sui pagamenti e su eventuali rateizzazioni
5.    Sintesi degli importi fatturati - Voci di spesa e prezzi unitari
6.    Elementi presenti periodicamente nella bolletta
Le voci ai punti 1 e 2 sono di facile comprensione e riguardano principalmente i nostri dati, i dati del nostro contratto, le modalità di pagamento e la relativa scadenza. In genere queste sezioni vengono riportate tutte nella prima pagina e sono ben evidenziate.
Diverso è, però, il discorso per quanto riguarda i punti da 3 a 5. Vediamoli con ordine.

Dati su letture, consumi ed eventuali ricalcoli 

In questa sezione sono indicati tutti i dati registrati dal misuratore fiscale (il contatore) presente nella nostra abitazione che, ormai da diversi anni, è elettronico e gestito/letto a distanza dal Gestore di Rete che opera nella nostra zona (p.es. E-distribuzione). In genere queste letture possono essere rilevate (se sono state lette dal gestore o comunicate dall’utente) oppure stimate (se, per qualsiasi motivo, queste letture non vengono ricevute in tempo utile dal venditore).
Nelle bollette vengono indicate le letture progressive del contatore, i consumi sono poi ottenuti come differenza tra i dati di due letture successive (in genere tra due fine o inizio mese). I consumi fatturati possono comprendere sia i consumi effettivi sia i consumi stimati e devono essere riportati con riferimento a ciascuna delle fasce orarie a cui si riferiscono (F0 per i contratti monorari o F1, F2 e F3 per i multiorari).
Capita, a volte, che siano presenti dei ricalcoli. In questo caso vengono ricalcolati importi già fatturati in acconto nelle bollette precedenti.

Sintesi degli importi fatturati - Voci di spesa e prezzi unitari  

Qui entriamo nel vivo della bolletta ovvero nella parte in cui ci viene spiegato, nel dettaglio, come mai il venditore ci sta fatturando proprio questo importo. Questa sezione si suddivide a sua volta in:
•    Spesa per la materia energia
•    Spesa per il trasporto e la gestione del contatore
•    Spesa per oneri di sistema
•    Imposte.
Qui dobbiamo necessariamente soffermarci un po' più a lungo.

Spesa per la materia energia

È quello che viene generalmente considerato il costo dell’energia (anche se vedremo non essere l’unico costo a comporre il costo dell’energia che paghiamo). Il prezzo è composto da:
•    una quota fissa (euro/anno) 
•    una quota energia (euro/kWh)
Il prezzo applicato in bolletta è dato dalla somma dei prezzi per le seguenti componenti: energia, dispacciamento, perequazione, commercializzazione e componente di dispacciamento (per chi volesse approfondire ogni singola voce rimandiamo al glossario sul sito dell’ARERA in modo da non appesantire troppo la lettura)

Spesa per il trasporto e la gestione del contatore

La tariffa può variare ogni trimestre ed è composta da:
•    una quota fissa (euro/anno)
•    una quota potenza (euro/kW/anno). Questa quota è l'importo da pagare in proporzione alla potenza impegnata, anche in assenza di consumo di energia. Il prezzo annuo viene applicato in bolletta in quote mensili o giornaliere. Ad esempio, se abbiamo una fornitura con 3kW di potenza impegnata ed il prezzo unitario è di 0,5500 euro/kW/mese, ogni mese pagheremo 3 x 0,5500= 1,65 €
•    una quota energia (euro/kWh)
Questa quota copre i costi sostenuti per trasportare sulla rete di trasmissione nazionale e distribuire sulle reti di distribuzione locale l’energia elettrica, nonché per gestire e leggere i contatori e per gestire i dati delle letture.

Spesa per oneri di sistema

Come sopra queste tariffe vengono riviste ogni trimestre e sono composte da:
•    una quota energia (euro/kWh)
•    una quota potenza (euro/kW/anno) (La quota potenza non è applicata alle abitazioni.)
•    Una quota fissa (euro/anno). (La quota fissa non è applicata alle abitazioni di residenza anagrafica)
Questa quota comprende gli importi fatturati per la copertura di costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico, che vengono pagati da tutti i clienti finali del servizio elettrico. Il prezzo complessivo comprende le componenti: Asos (oneri generali relativi al sostegno delle energie da fonti rinnovabili e alla cogenerazione CIP 6/92) e ARIM (rimanenti oneri generali).

Imposte  

Si tratta fondamentalmente del pagamento di accise e IVA.
L'accisa si applica alla quantità di energia consumata e non in valore percentuale.
L’'IVA si applica sull’importo totale della bolletta.  Attualmente, per le utenze domestiche è pari al 10%, per le utenze non domestiche è pari al 22%; alcune attività produttive godono dell’aliquota ridotta pari al 10%.
Non specificheremo in questo articolo il trattamento riguardante il Canone di abbonamento alla televisione per uso privato essendo una componente non strettamente correlata al campo elettrico.

Per chiudere vi sottoponiamo questo grafico interattivo, tratto dal sito di ARERA, in cui è possibile verificare l’impatto delle componenti che abbiamo descritto sopra sul costo totale dell’energia.
 

 

Approfondimento a cura di Zamboni Daniele
Progettista elettrotecnico presso LumenWatt S.r.l.

 

Desideri approfondire questo argomento o sottoporci una tua richiesta d’offerta? Contattaci direttamente e senza impegno tramite il nostro modulo nella pagina Contatti, oppure chiamaci al numero +39 0342 611139 o vieni a trovarci presso la nostra SEDE, per valutare insieme la soluzione più adeguata alle tue esigenze. Visualizza alcune realizzazioni del nostro Portfolio Lavori.

Condividi su Facebook
Condividi su WhatsApp
Condividi su Linkedin

Lumen/Watt S.r.l. con unico socio - Via San Rocco 27, 23017 Morbegno (SO) - ITALY+39 0342 611139 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.| p.iva IT00878270149 | c.f. e n.iscriz. reg.imp. SONDRIO 00878270149 | REA SO-66259 | Cap.Soc. €100.000 int.vers.| Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Lumen/Watt S.r.l. con unico socio
Via San Rocco 27, 23017 Morbegno (SO) - ITALY
+39 0342 611139 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
p. iva IT00878270149 | c.f. e n. iscriz. registro imprese SONDRIO 00878270149
numero REA SO - 66259 
Cap. Soc. Euro 100.000 interamente versati
pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2020 All rights reserved.